Le conseguenze della Riforma Protestante

In Germania nacquero lotte tra i principi protestanti e i principi che erano rimasti fedeli al papa e all’imperatore.

Nel 1524 alcuni contadini, guidati da Tommaso Munzer, si ribellarono ai nobili e alla Chiesa chiedendo la distribuzione della terra, ma vennero uccisi dai principi protestanti.

L’imperatore Carlo V cercò di trovare un accordo con i protestanti convocando un’assemblea, la Dieta di Augusta (1530), ma non riuscì. Scoppiò quindi una lunga guerra di religione tra l’impero cattolico e i protestanti che durò fino al 1555. Nel 1555 la guerra finì e si firmò la Pace di Augusta. La Pace di Augusta diceva che i principi erano liberi di professare la fede che preferivano, ma i sudditi avrebbero dovuto seguire la religione scelta dal principe.

Lascia un commento


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.