La società nell’alto Medioevo

Nei primi secoli del Medioevo si assiste in Europa a un forte calo demografico, cioè a un calo della popolazione. Questo calo era dovuto alle invasioni barbariche, alle epidemie, alle carestie.

In campagna nacquero le curtis, grandi aziende agricole divise in due parti: una parte era gestita dal padrone e coltivata dai servi della gleba, un’altra era coltivata dai coloni ed era formata da appezzamenti detti mansi. Oltre ai campi del padrone e ai mansi nella curtis c’era un villaggio, dei pascoli comuni, un bosco.

I servi della gleba erano legati alla terra che dovevano coltivare e non potevano mai abbandonarla. Se la terra veniva venduta, anche i servi cambiavano padrone.
I coloni lavoravano i campi e dovevano effettuare delle corvées, cioè dei lavori gratuiti per il padrone.

In città vivevano il re con i suoi ufficiali e i militari, il vescovo e gli ecclesiastici, mercanti e artigiani, servi e mendicanti.

One Response to “La società nell’alto Medioevo”

  1. Bellissimo sito, davvero ricco e semplice!

Lascia un commento


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.