La seconda rivoluzione industriale

Nel 1800 in Europa si diffondono le industrie e inizia l’inquinamento delle grandi città.
L’agricoltura diventa sempre più moderna.
Viene inventata la locomotiva a vapore e si diffondono le ferrovie. Nascono anche le navi a vapore.
Si inizia ad usare due nuovi materiali: acciaio e alluminio, vengono inventate la plastica e l’aspirina.

L’invenzione più importante però è la lampadina, che utilizzava l’energia elettrica. Da allora l’energia elettrica cominciò ad essere utilizzata sempre più.In questo periodo le industrie si diffondono anche negli Stati Uniti e viene scoperto un nuovo continente: l’Australia.

In Europa ci sono tantissimi disoccupati. Essi per cercare lavoro decidono di abbandonare il loro paese e andare in America o Australia. Gli emigranti devono superare molte difficoltà perchè il viaggio è lungo, nei nuovi paesi non conoscono nessuno e non possono comunicare perchè spesso non conoscono la lingua.

In America del sud dopo molte difficoltà gli immigrati riescono ad integrarsi e a trovare un lavoro. Negli Stati Uniti invece è più difficile. Essi vengono trattati male dagli americani, vivono nelle periferie delle grandi città e cercano di stare uniti per aiutarsi.
I risparmi del lavoro vengono mandati alle famiglie rimaste in Europa.

Lascia un commento


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.