Carlo Magno

Il più importante re dei Franchi, un popolo barbaro che si era stabilito in Francia, fu Carlo Magno. Egli nell’800 venne incoronato Imperatore del Sacro Romano Impero, un vasto territorio che comprendeva gran parte dell’Europa.

Per governare queste terre egli le divise in parti e le affidò ad alcuni uomini fidati affinchè le amministrassero. Questi uomini si chiamano vassalli. Essi dovevano giurare fedeltà al re durante una cerimonia detta investitura. In cambio della loro fedeltà il re donava loro delle terre, chiamate benefici. Alla morte del vassallo le terre tornavano al re.

Quando Carlo Magno morì i suoi successori non erano altrettanto abili e l’impero venne diviso in tre regni.
I vassalli divennero sempre più potenti e iniziarono a non restituire più la terra al re, ma a lasciarla in eredità al figlio maschio primogenito.

In questo periodo queste terre iniziano a essere chiamate feudi. Ogni feudo era amministrato in modo autonomo. Il signore del feudo, il feudatario, riscuoteva le tasse, amministrava la giustizia, emanava leggi, aveva un proprio esercito ed era spesso in guerra coi feudatari vicini. Per difendersi dai nemici si costruirono imponenti castelli, con alte mura, fossati, torri.

Lascia un commento


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.